Nato a Matera il 10 giugno 1979, a soli 14 anni comincia a riprodurre con notevole rigore alcune opere dei grandi maestri del passato e, curioso di carpirne i segreti tecnici e teorici, si immerge nello studio dei più autorevoli Trattati di Pittura e nell’osservazione diretta delle opere nei più importanti Musei a Roma, Firenze, Venezia, ma anche a Londra, Parigi, Amsterdam e New York. Nel 2000 si iscrive all’Università degli Studi di Bologna e frequenta il DAMS, Corso di Laurea in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo. Si dedica inoltre all’incisione calcografica e all’approfondimento del disegno e della pittura “dal vero”, soprattutto dello studio della figura umana, sviluppando anche un forte interesse per il ritratto.

 

Le sue opere sono state esposte nei seguenti musei ed istituzioni pubbliche: al Palazzo delle Esposizioni di Roma, alla Biennale di Venezia e alla Fondazione Cini di Venezia, all’Expo, al Museo della Permanente e al PAC – Padiglione di Arte Contemporanea di Milano, al Palazzo Reale e alla Fondazione Sandretto di Torino, al Festival dei Due Mondi di Spoleto, al Palazzo della Ragione di Mantova, al Museo Palazzo Lanfranchi e al Museo della Follia di Matera, al Museo di Arte Contemporanea di Lissone, al Museo Centrale Montemartini di Roma,  al Museo della Mafia di Salemi, al MUMI – Museo Michetti di Francavilla al Mare.

[cml_media_alt id='93']palazzo esposizione[/cml_media_alt] [cml_media_alt id='94']miennale[/cml_media_alt] [cml_media_alt id='97']museo della Follia[/cml_media_alt] [cml_media_alt id='95']Header_Palazzo_Reale_Torino[/cml_media_alt]  [cml_media_alt id='98']premio-lissone-2012-museo-darte-contemporanea-L-i2QG8Q[/cml_media_alt]   [cml_media_alt id='99']centralemontemartini (1)[/cml_media_alt]      [cml_media_alt id='100']spoleto_logo2010[/cml_media_alt]       [cml_media_alt id='101']logo-pac[/cml_media_alt]          [cml_media_alt id='102']12190976_1687915221423877_8667663832698720214_n[/cml_media_alt]

Nel 2009 la prima mostra personale Mimmo Centonze. Lo spazio e il nulla, ideata e curata da Vittorio Sgarbi con testi di Oliviero Toscani e Marco Vallora negli spazi della Galleria Il Mappamondo di Milano.

 

Nel 2010 gli viene assegnato il Premio Speciale Fondazione Roma, importante riconoscimento che viene attribuito ad un artista particolarmente significativo a giudizio insindacabile della Fondazione Roma e del suo Presidente, il Prof. Emmanuele F.M. Emanuele.

 

Nel 2010 realizza il celebre ritratto del boss mafioso Totò Riina, conservato nel Museo della Mafia di Salemi in Sicilia e inaugurato nel maggio dello stesso anno dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

 

Nel 2011 espone alla LIV Edizione della Biennale di Venezia nel Museo della Mafia all’interno del Padiglione Italia dell’Arsenale a Venezia.

 

Nel 2012 il Palazzo delle Esposizioni di Roma dedica una rigorosa esposizione monografica all’artista, al quale viene reso così l’onore di essere il più giovane artista, sia dell’attuale che della passata generazione, ad inaugurare una personale nella prestigiosa sede romana.

 

Nel 2013 a Matera la personale Capannoni nel capannone, promossa dalla Soprintendenza per i Beni Storici ed Artistici in collaborazione con l’Università degli Studi della Basilicata che istituisce un modulo di Arte Contemporanea dedicato allo studio delle opere e dell’attività dell’artista.

 

Nel 2015 espone a Venezia presso la Fondazione Cini all’interno del progetto artistico globale di Luciano Benetton Imago Mundi: Mappa dell’arte nuovache raccoglie le opere di artisti provenienti dai cinque continenti, e all’Expo di Milano nella mostra “Il Tesoro d’Italia”, selezionato da Vittorio Sgarbi tra i migliori artisti dal Trecento ai giorni nostri.

 

Nel 2016 a Dubai la mostra personale Mimmo Centonze. Large format, negli spazi della Galleria d’Arte Contemporanea Artissima Art Gallery.