NEWS 2011

29 Novembre 2011

LA BIENNALE DEI RECORD – Interviste televisive di Mimmo Centonze

Uno speciale video con interviste girato a Venezia durante i giorni del vernissage della 54. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia all’interno del Padiglione Italia all’Arsenale, per raccontare la partecipazione dell’artista Mimmo Centonze alla Biennale Arte 2011.

Il video include una selezione delle interviste rilasciate dall’artista ad alcune testate televisive straniere ed italiane presenti a Venezia durante la Biennale: per la TV estera National TV of Armenia, l’intervista per Art News di Rai 3 (Rai Educational) e per RUFA, Rome University of Fine Arts (Ministero degli Affari Esteri). Nel video anche due interventi di Vittorio Sgarbi: una sua pacata intervista all’interno del Padiglione Italia e il suo dirompente ed esplosivo intervento alla conferenza stampa di presentazione del Padiglione Italia, di cui è stato curatore. Da non perdere! Inoltre, due visitatori d’eccezione per le opere veneziane di Mimmo Centonze: il noto critico d’arte Philippe Daverio e la regista Elisabetta Sgarbi.

Il 27 novembre 2011, con un record di oltre 440mila visitatori, ha chiuso i battenti la 54. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia (segnando un incremento del 18% in più rispetto alla precedente edizione), senza contare le 19mila presenze durante i giorni del vernissage.

Durante le 25 settimane di apertura, l’Esposizione è stata sempre al primo posto tra le esposizioni italiane più visitate con una media giornaliera di 2.850 visitatori e afflussi record in particolare nel weekend del 29 e 30 ottobre, con 12.420 persone. I giovani e gli studenti sono il 31% dei visitatori totali. Gli studenti che hanno visitato la Mostra in gruppo rappresentano il 19% del pubblico.

I giornalisti che hanno visitato la mostra sono stati 4.554, di cui 3.012 di stampa internazionale e 1.542 di stampa italiana (contro i 3.774 del 2009, di cui 2.626 di stampa internazionale e 1.148 di stampa italiana) con un incremento del 20%. Vasta la rassegna che totalizza ad oggi 3.385 articoli sulla stampa scritta e sui principali siti web rispetto ai 3.155 della passata edizione (incremento del 7%).

Le testate televisive accreditate durante tutta la mostra sono state 369, di cui 277 straniere e 92 italiane. La 54. Esposizione ha inoltre ottenuto la copertura di più di 70 servizi dei Tg nazionali e dei maggiori programmi di news e approfondimento delle tv straniere tra le quali: Arte TV, Euronews, France 2, France 3, France 24, ORF, ZDF, DEUTSCHE WELLE, TSR, SF, BBC, CNN.

La Biennale Arte 2011 ha visto la partecipazione di 89 Paesi (erano 77 nel 2009) e 37 Eventi collaterali promossi da enti e istituzioni internazionali e organizzati in diverse sedi a Venezia. 4 le nazioni presenti per la prima volta (Andorra, Arabia Saudita, Bangladesh e Haiti), 7 le nazioni ritornate dopo una lunga assenza (India, Congo, Iraq, Zimbabwe, Sudafrica, Costa Rica, Cuba). 83 gli artisti della mostra internazionale, di cui 62 artisti presenti per la prima volta, 32 giovani artisti nati dopo il 1975 e 32 presenze femminili.

Sono solo le cifre più significative della 54. Esposizione Internazionale d’Arte, ILLUMInazioni, diretta da Bice Curiger e organizzata dalla Biennale di Venezia. “Il primo raccolto di quest’anno – ha commentato il Presidente Paolo Baratta, nella conferenza stampa conclusiva a Cà Giustinian – è il successo di pubblico, il cui incremento è indiscutibilmente un successo di per sè. Ma i numeri ci interessano nella misura in cui riflettono i fatti. E a noi interessa molto – ha aggiunto – la qualità del pubblico, per cui ci piace sottolineare il fatto che la mostra è diventata mostra popolare senza nulla concedere al facile populismo degli eventi. La Mostra d’arte era sempre considerata un luogo d’elite, un vernissage con la coda di una mostra: oggi questa dicotomia è superata”. Rimandando ad altri la «celebrazione della primazia mondiale della Biennale di Venezia», Baratta ha infatti puntato proprio sul fatto che si siano “raggiunti e saldati obiettivi apparentemente incompatibili come qualità, quantità e sofisticazione…noi non siamo un evento, ma innanzitutto un’istituzione, per cui una Biennale è un passaggio tra passato e futuro, in cui raccogliere i frutti del seminato e seminare per il futuro”.

La Biennale di Venezia si riconferma tra le più interessanti e attive piattaforme culturali del mondo.


25 Gennaio 2011

Nell’intervista registrata a Roma negli spazi del Museo Centrale Montemartini il Presidente della Fondazione Roma, il Prof. Avv. Emmanuele F.M. Emanuele, presenta Mimmo Centonze, l’artista vincitore del “Premio Speciale Fondazione Roma”, importante riconoscimento che viene attribuito ad un artista particolarmente significativo a giudizio insindacabile della Fondazione Roma e del suo Presidente.

Il Presidente della Fondazione Roma espone i motivi che lo hanno spinto a premiare il dipinto “Capannone” e presenta sia l’opera che l’artista, definendolo uno degli artisti potenzialmente più brillanti della nuova generazione.

Il Prof. Emanuele, anche Presidente dell’Azienda Speciale Palaexpo, annuncia ufficialmente la mostra personale in programma nel 2012 al Palazzo delle Esposizioni di Roma dedicata a Mimmo Centonze, con l’augurio ad esporre anche le sue opere a Venezia per la ormai prossima Biennale del 2011.

Il video contiene anche un’intervista all’artista che, davanti al Presidente Emanuele, illustra la tecnica di realizzazione dell’opera “Capannone” e cita i riferimenti alle tecniche artistiche dei maestri del passato che lo hanno influenzato nell’esecuzione pittorica dell’opera.

La Fondazione Roma collabora con i più prestigiosi poli museali italiani ed internazionali e tra le ultime mostre realizzate annovera quella di “Caravaggio” alle Scuderie del Quirinale a Roma, che è stata la mostra più visitata nel 2010 con 582.577 visitatori in meno di quattro mesi ed “Edward Hopper” a Palazzo Reale a Milano, alla Fondazione Roma e a Losanna presso la Fondation de l’Hermitage.

L’opera vincitrice di Mimmo Centonze, intitolata “Capannone”, è sta esposta insieme a quelle dei 10 finalisti del “Talent Prize 2010”, selezionati dagli oltre 900 artisti partecipanti da una giuria d’eccezione: Emmanuele F.M. Emanuele, Presidente della Fondazione Roma e dell’Azienda Speciale Palaexpo; Luca Massimo Barbero, Direttore del Museo Macro; Eduardo Cicelyn, Direttore del Museo Madre; Alberto Fiz, Direttore artistico del Museo Marca; Anna Mattirolo, Direttrice del Museo Maxxi arte; Ludovico Pratesi, Direttore artistico di Palazzo Fabroni; Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, Presidente della Fondazioine Sandretto Re Rebaudengo; Guido Talarico, Editore e Direttore del mensile Inside Art; Gianluca Winkler, Direttore Generale dell’Hangar Bicocca;

“Sono molto contento che il ‘Premio Speciale Fondazione Roma’ sia stato dato a Mimmo Centonze, un artista giovane e di grande talento. Per quanto mi riguarda, la scelta è caduta su di lui perché io sono un suo convinto estimatore. Ho avuto modo di apprezzarne il percorso culturale, la capacità di prospettare un mondo armonioso, vivificato da una luce eccezionale”.
(citazione dall’ intervista del Presidente della Fondazione Roma Prof. Avv. Emmanuele F.M. Emanuele)